Notizie dal Mondo 3 - CIATDM

Vai ai contenuti

Menu principale:


NOTIZIE DAL MONDO


PAGINA 5   4 3 - 2 - 1
ANSA/ Madre uccide figlio a coltellate,"volevano portarmelo via"
ZCZC0238/SXB
XAI48047_SXB_QBXB
R CRO S0B QBXB
ANSA/ Madre uccide figlio a coltellate,"volevano portarmelo via" Nel Maceratese. Vittima 13enne, padre separato lo voleva con se' (ANSA) - SAN SEVERINO MARCHE (MACERATA), 25 DIC - "L'ho ucciso perche' me lo vogliono portare via". Cosi' avrebbe detto ai carabinieri Debora Calamai, una donna di 38 anni che mercoledi' sera ha ucciso con nove coltellate il figlio tredicenne Simone Forconi a San Severino Marche, in provincia di Macerata. La donna e' stata arrestata per omicidio e portata del carcere di Camerino. Secondo quanto hanno potuto appurare gli investigatori, Debora era seguita per problemi psicologici e gia' in passato aveva dato segni di squilibrio. Lavorava, da precaria, in una casa di cura per anziani. Il figlio era in affidamento congiunto ai genitori, dopo che questi si erano separati, ma sembra che fossero in corso le pratiche per sottrarre il ragazzo alla madre e affidarlo al padre, Enrico Forconi, operaio di 40 anni. A dare l'allarme, ieri sera dopo le 21:30, sono stati i condomini del palazzo in cui abita, in via Zampa 70 nel quartiere Settempeda. I vicini hanno sentito le urla della donna e di Simone. Il ragazzo, che frequentava la terza media, aveva cenato con la madre e stava aspettando il nonno paterno, per trascorrere il Natale con i parenti del padre. Sembra che la donna abbia inseguito il figlio adolescente fin sul pianerottolo, colpendolo poi per 9 volte con un coltello da cucina, 4 volte al petto. I vicini di casa hanno subito avvisato il 118 e i carabinieri. I militari hanno trovato la 38enne ancora col coltello in mano. Simone era gia' morto. Sul delitto indagano i carabinieri del reparto operativo di Macerata, guidati dal colonnello Leonardo Bertini, e quelli di Tolentino. L'inchiesta e' coordinata dal pm di Macerata Luigi Ortenzi. (ANSA).
YA5-SEC
25-DIC-14 02:51 NNN



= Papa: bambini abusati e massacrati, il loro silenzio grida =
ZCZC
AGI0043 3 CRO 0 R01 /
== Papa: bambini abusati e massacrati, il loro silenzio grida =
(AGI) - CdV, 25 dic. - "Gesu' salvi i troppi fanciulli vittime di violenza, fatti oggetto di mercimonio e della tratta delle persone, oppure costretti a diventare soldati. Troppi i bambini abusati". Papa Francesco ha pregato cosi' nel suo messaggio di Natale, letto dalla Loggia della Basilica di San Pietro prima della benedizione "Urbi e t Orbi". Il Pontefice ha usato parole molto forti ricordando anche i bambini "uccisi prima di vedere la luce", e quelli "abusati e sfruttati sotto i nostri occhi e il nostro silenzio complice". "E - ha aggiunto - i bambini massacrati: il loro silenzio impotente grida sotto la spada di tanti Erode". (AGI)
Siz
251219 DIC 14
NNNN



++ Papa: bambini uccisi e abusati,vittime dei nuovi Erode ++
ZCZC0883/SXA
XCI48926_SXA_QBXB
B POL S0A QBXB
++ Papa: bambini uccisi e abusati,vittime dei nuovi Erode ++
(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 25 DIC - Papa Francesco, nel messaggio Urbi et Orbi, ha rivolto il suo pensiero "a tutti i bambini oggi uccisi e maltrattati", anche "prima di vedere la luce", "sfollati a motivo delle guerre e delle persecuzioni, abusati e sfruttati sotto i nostri occhi e il nostro silenzio complice". Li ha definiti vittime "degli attuali Erode". (ANSA).
GR
25-DIC-14 12:27 NNN



Papa: c'e' silenzio complice su massacri bimbi e persecuzioni (5)
ZCZC
AGI0052 3 CRO 0 R01 /
Papa: c'e' silenzio complice su massacri bimbi e persecuzioni =
(AGI) - CdV, 25 dic. - "Davvero tante lacrime ci sono in questo Natale insieme alle lacrime di Gesu' Bambino". Papa Francesco ha concluso con questa amara constatazione il suo messaggio di Natale, letto dalla Loggia della Basilica di San Pietro prima della benedizione "Urbi e t Orbi". Al testo che aveva preparato, il Pontefice ha aggiunto parole fortissime sui bambini che piangono come Gesu' che nasce. "Il mio pensiero - ha detto - a tutti i bambini, oggi uccisi e maltrattati, sia quelli prima di vede la luce, privati dell'amore generoso dei loro genitori e seppelliti nell'egoismo di una cultura che non ama la vita, sia quei bambini sfollati a motivo delle guerre e delle persecuzioni, abusati e sfruttati sotto i nostri occhi e il nostro silenzio complice. E ai bambini massacrati sotto i bombardamenti anche la' dove il figlio di Dio e'ý nato. Ancora oggi il loro silenzio impotente grida sotto la spada di tanti Erode, sopra il loro sangue campeggia oggi l'ombra degli attuali Erode". (AGI)
Siz (Segue)
251307 DIC 14
NNNN


ZCZC
AGI0053 3 CRO 0 R01 /
Papa: c'e' silenzio complice su massacri bimbi e persecuzioni (2) =
(AGI) - CdV, 25 dic. - "Il potere di Cristo, che e' liberazione e servizio, si faccia sentire - ha invocato Bergoglio davanti a picchetti e fanfare vaticane e italiane e ai 100 mila fedeli che gremivano piazza San Pietro e piazza Pio XXI e un tratto di via delal Conciliazione - in tanti cuori che soffrono guerre, persecuzioni, schiavitu'. Che con la sua mansuetudine questo potere divino tolga la durezza dai cuori di tanti uomini e donne immersi nella mondanita' e nell'indifferenza. Che la sua forza redentrice trasformi le armi in aratri, la distruzione in creativita', l'odio in amore e tenerezza". "Si', fratelli, Gesu' - ha assicurato rivolto anche ai milioni che lo seguivano attraverso la mondovisione - e' la salvezza per ogni persona e per ogni popolo". Ma, ha ammonito, "sono le persone umili, piene di speranza nella bonta' di Dio, che accolgono Gesu' e lo riconoscono". (AGI)
Siz (Segue)
251307 DIC 14
NNNN


ZCZC
AGI0054 3 CRO 0 R01 /
Papa: c'e' silenzio complice su massacri bimbi e persecuzioni (3) =
(AGI) - CdV, 25 dic. - Francesco ha quindi aperto il tradizionale elenco delle aree di crisi del Pianeta, per le quali ha invocato pace e conforto con in Iraq e Siria denunciando la "brutale persecuzione" ed auspicando che i profughi possano rientrare nelle loro case. "Gesu', Salvatore del mondo, guardi - ha pregato ad alta voce - i nostri fratelli e sorelle dell'Iraq e della Siria che da troppo tempo soffrono gli effetti del conflitto in corso e, insieme con gli appartenenti ad altri gruppi etnici e religiosi, patiscono una brutale persecuzione". "Il Natale - ha pregato ad alta voce - porti loro speranza, come
ai numerosi sfollati, profughi e rifugiati, bambini, adulti e anziani, della Regione e del mondo intero; muti l'indifferenza in vicinanza e il rifiuto in accoglienza, perche' quanti ora sono nella prova possano ricevere i necessari aiuti umanitari per sopravvivere alle rigidita' dell'inverno, fare ritorno nei loro Paesi e vivere con dignita'".
Nel suo messaggio di Natale, Papa Francesco ha invocato quindi il sostegno divino "agli sforzi di coloro che si impegnano fattivamente per il dialogo fra Israeliani e Palestinesi". Lo ha fatto prima della benedizione "Urbi et Orbi" impartita dlala Loggia della Basilica di San Pietro. "Possa il Signore - ha pregato ad alta voce - aprire alla fiducia i cuori e donare la sua pace a tutto il Medio Oriente, a partire dalla Terra benedetta dalla sua nascita". L'altra crisi evocata da Francesco e' stata quella tra Ucraina e Russia per la Crimea. (AGI)
Siz (Segue)
251307 DIC 14
NNNN


ZCZC
AGI0055 3 CRO 0 R01 /
Papa: c'e' silenzio complice su massacri bimbi e persecuzioni (4) =
(AGI) - CdV, 25 dic. - Il Pontefice ha cosi' pregato "Gesu', Salvatore del mondo" affinche' "guardi quanti soffrono in Ucraina e conceda a quell'amata terra di superare le tensioni, vincere l'odio e la violenza e intraprendere un nuovo cammino di fraternita' e riconciliazione". Questa preghiera il Pontefice ha voluto inserirla nel suo messaggio di Natale, pronunciato prima di impartire la benedizione "Urbi et Orbi", cioe' alla citta' di Roma e al mondo.
Il pensiero del Pontefice e' andato poi alle vittime massacri della Nigeria e a quelle dell'Ebola con una forte invocazione di pace per tutta l'Africa. "Cristo Salvatore - sono state le sue parole -doni pace alla Nigeria, dove altro sangue viene versato e troppe persone sono ingiustamente sottratte ai propri affetti e tenute in ostaggio o massacrate". Gesu', ha continuato, "sia vicino a quanti soffrono per le malattie, in particolare alle vittime dell'epidemia di Ebola, soprattutto in Liberia, in Sierra Leone e in Guinea". Nell'occasione, Bergoglio ha voluto ringraziare pubblicamente "quanti si stanno adoperando coraggiosamente per assistere i malati ed i loro familiari, rinnovo un pressante invito ad assicurare l'assistenza e le terapie necessarie".
"Pace invoco anche per altre parti del continente africano", ha detto inoltre pensando "in particolare alla Libia, al Sud Sudan, alla Repubblica Centroafricana e a varie regioni della Repubblica Democratica del Congo; e chiedo a quanti hanno responsabilita' politiche di impegnarsi attraverso il dialogo a superare i contrasti e a costruire una duratura convivenza fraterna". (AGI)
Siz (Segue)
251307 DIC 14
NNNN


ZCZC
AGI0056 3 CRO 0 R01 /
Papa: c'e' silenzio complice su massacri bimbi e persecuzioni (5)=
(AGI) - CdV, 25 dic. - Equi Francesco ha voluto ricordare i bambini vittime della violenza fisica e morale in tanti luoghi e situazioni, pregando in particolare per quelli massacrati in una scuola militare del Pakistan. "Gesu' - ha chiesto - salvi i troppi fanciulli vittime di violenza, fatti oggetto di mercimonio e della tratta delle persone, oppure costretti a diventare soldati". "Il Signore dia conforto - ha invocato - alle famiglie dei bambini uccisi in Pakistan la settimana scorsa".
A tutti il Papa ha ricordato che "Gesu', il Figlio di Dio, il Salvatore del mondo, e' nato per noi. E' nato a Betlemme da una Vergine, realizzando le antiche profezie. La Vergine si chiama Maria, il suo sposo Giuseppe. Cosi' lo Spirito Santo ha illuminato i pastori di Betlemme, che sono accorsi alla grotta e hanno adorato il Bambino. E poi lo Spirito ha guidato gli anziani Simeone e Anna, nel tempio di Gerusalemme, e loro hanno riconosciuto in Gesu' il Messia"."I miei occhi hanno visto la tua salvezza preparata da davanti a tutti i popoli", ha esclamato Francesco citando le parole che il Vangelo di Luca attribuisce a Simeone, per invocare che "lo Spirito Santo illumini oggi i nostri cuori, perche' possiamo riconoscere nel Bambino Gesu', nato a Betlemme dalla Vergine Maria, la salvezza donata da Dio ad ognuno di noi, ad ogni uomo e a tutti i popoli della terra". "Cosi' - ha concluso - potremo dire con gioia: 'I nostri occhi hanno visto la tua salvezza'. Buon Natale a tutti!". (AGI)
Siz
251307 DIC 14
NNNN



Uccide figlio 13enne: cordoglio sindaco San Severino
ZCZC2537/SXB
OAN54498_SXB_QBXB
R CRO S0B QBXB
Uccide figlio 13enne: cordoglio sindaco San Severino "Non lasceremo mai papa' Simone solo"
(ANSA) - SAN SEVERINO MARCHE (MACERATA), 26 DIC - "La scomparsa di questo piccolo angelo la vigilia di Natale ci ha gettato tutti nello sconforto, la nostra e' una piccola comunita' dove ci si conosce tutti. Anche per questo stiamo tutti vivendo un momento, se possibile, ancor piu' drammatico". Cosi' il sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, esprime il "cordoglio della citta' intera" per la scomparsa di Simone Forconi, il bimbo di 13 anni - "bello come il sole" - ucciso a coltellate dalla mamma Debora Calami la vigili di Natale. "Ho parlato con il papa' del bimbo, che ho voluto personalmente incontrare, con la zia e con i nonni. Ho cercato - dice Martini - di far sentire loro la vicinanza dell'intera comunita'. Questa famiglia sa che le vogliamo bene e che non lasceremo mai questo papa' solo. Non si puo' non essere toccati, non si puo' non essere scioccati per quanto accaduto. Questo dramma deve far riflettere sulle fragilita' umane, le nostre fragilita', le fragilita' di chiunque". Le istituzioni, devono "riflettere e interrogarsi e, eventualmente, muoversi perche' si cambi registro in una societa' che, evidentemente, sta cambiando per piu' e piu' ragioni" conclude il sindaco. La giunta comunale si e' gia' detta disponibile a proclamare una giornata di lutto cittadino. (ANSA).
YA5-DAN/SA
26-DIC-14 17:43 NNN



Minori: rissa a Napoli, con un pugno ferisce turista francese
ZCZC
AGI0057 3 CRO 0 R01 /
Minori: rissa a Napoli, con un pugno ferisce turista francese =
(AGI) - Napoli, 27 dic. - Un turista francese ferito nel tentativo di sedare una rissa. Il fatto e' accaduto nel centro storico di Napoli, in via Duomo, all'incrocio con via dei Tribunali. Secondo una prima ricostruzione della polizia, l'uomo, 33 anni, e' intervenuto durante una lite con aggressione tra un gruppo di ragazzini e un venditore ambulante. Uno dei minorenni gli ha sferrato un pugno sul naso che gli ha fratturato il naso. Medicato e dimesso al pronto soccorso dell'ospedale Pellegrini, dove lo ha accompagnato personale del 118, il turista, che ne avra' per 30 giorni, e' stato invitato a sporgere denuncia. (AGI)
Lil
271046 DIC 14
NNNN



Loris: la mamma al telefono con marito nei 36 minuti da chiarire
ZCZC
AGI0346 3 CRO 0 R01 /
Loris: la mamma al telefono con marito nei 36 minuti da chiarire = (AGI) - Ragusa, 7 dic. - Veronica Panarello, nei 36 minuti tra le 8.49 e le 9.25 di sabato 29 novembre, nei quali sarebbe (secondo le riprese delle video) rimasta a casa con il figlio, Loris, avrebbe parlato al telefono cellulare solo una volta. Questa chiamata sarebbe intercorsa fra la donna ed il marito, Davide Stival. (AGI)
Rg2/Gis
072303 DIC 14
NNNN



Loris: Viceparroco contro cronisti, vergogna
ZCZC1190/SXB
XRR88083
R CRO S0B QBXB
Loris: Viceparroco contro cronisti, vergogna Nessuna parola per bimbo, 'ora inopportuna' (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 7 DIC - Attacco del viceparroco di Santa Croce Camerina, Padre Flavio Maganuco ai giornalisti durante l'omelia della messa domenicale. "E' stata una settimana particolare - ha detto rivolgendosi ai tanti bambini presenti in chiesa - a scuola sono venute tante persone, anche troppe. E sono venute anche tante telecamere, anche qui in chiesa oggi, e' una vergogna. Evidentemente non hanno altro da fare".
Nel corso di tutta la messa il parroco non ha rivolto ne' una parola ne' una preghiera per Loris e per quello che e' accaduto. "E' inopportuno da parte mia dire qualsiasi cosa prima che venga fuori la verita' intera - ha spiegato ai cronisti al termine della messa - sono state dette troppe cose e finche' non c'e' niente di certo non mi sento di dire nulla". Il viceparroco ha poi ribadito che la comunita' e' stanca e arrabbiata" soprattutto per le cose "che sono state dette sulla citta' e sugli abitanti". In chiesa non erano presenti ne' i familiari del piccolo Loris ne' Orazio Fidone, il cacciatore che ha ritrovato il corpo nel fosso di Contrada Mulino Vecchio. (ANSA).
GUI/ML
07-DIC-14 12:34 NNN



Loris: padre bimbo difende Veronica, e' una mamma speciale
ZCZC4571/SXB
XCI84870
U CRO S0B QBXB
Loris: padre bimbo difende Veronica, e' una mamma speciale Davide Stival al Tg5, chi sa parli. Dateci presto nostro figlio (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 6 DIC - "Veronica e' una mamma speciale, non voglio che si infanghi il nome di mia moglie". Ad una settimana dalla morte del piccolo Loris, il padre Davide Stival affida al Tg5, tramite l'avvocato Francesco Villardita, la difesa della moglie. "Abbiamo gia' tanto dolore" aggiunge l'uomo chiedendo ai giornalisti di "non mostrare piu' le foto dei bambini" e ai cittadini di Santa Croce la "collaborazione". "Chi sa parli - conclude - Aiutateci e dateci al piu' presto nostro figlio". (ANSA)
GUI
06-DIC-14 19:44 NNN



Rai2: Il giallo di Loris a I Fatti Vostri

ZCZC4500/SXB
XIC84725
R SPE S0B QBXB
Rai2: Il giallo di Loris a I Fatti Vostri (ANSA) - ROMA, 06 DIC - Il giallo del piccolo Loris sara' al centro della puntata de "I Fatti Vostri", in onda lunedi' alle 11.00, su Rai2. Giancarlo Magalli, con l'aiuto del medico legale Fernando Panarese, ricostruira' la vicenda. La morte del piccolo Loris, avvenuta nei giorni scorsi, e' ancora piena di misteri. In collegamento da Ragusa, per le ultime novita', ci sara' Filomena Rorro. Nel giorno dell' Immacolata Concezione si parlera' anche della storia della Madonna delle Lacrime, un'effigie mariana che, secondo l' episcopato cattolico, ha miracolosamente lacrimato nel 1953.
L'effigie mariana e' attualmente conservata nel santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa, inaugurato il 6 novembre 1994. Tornano le rubriche 'Buono a sapersi' con Irma D'Aria, con i consigli su come scegliere i giocattoli sicuri da regalare ai bambini a Natale, e 'SOS 4 zampe'. Ospite dell'edicola per la rassegna stampa il direttore di Affari Italiani, Angelo Maria Perrino.(ANSA).
Y64-FG
06-DIC-14 19:32 NNN



Loris: bigliettino su luogo ritrovamento,'trova la pace'

ZCZC3758/SXB
OPA83834
R CRO S0B QBXB
Loris: bigliettino su luogo ritrovamento,'trova la pace' (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 6 DIC - Continuano a lasciare omaggi e ricordi nel luogo dove il 29 novembre scorso e' stato trovato il corpo di Loris Stival, il bambino di 8 anni strangolato e gettato in un canalone di contrada Mulino Vecchio a Santa Croce Camerina, nel Ragusano. Tra questi oggi anche un mazzo di rose bianche accompagnate da un orsetto in peluche e un biglietto con la scritta: "Buon viaggio Loris!!! Che tu possa trovare in cielo la pace che in terra non hai avuto!".
TR-GUI
06-DIC-14 17:35 NNN



Loris:'buon viaggio bimbo', fiori e messaggio vicino al canalone

ZCZC
AGI0242 3 CRO 0 R01 /
Loris:'buon viaggio bimbo', fiori e messaggio vicino al canalone = (AGI) - Ragusa, 6 dic. - "Buon viaggio, piccolo Loris! Che tu possa trovare in cielo la pace che in terra non hai avuto". E' questa la frase scritta a penna su un bigliettino che, con un mazzo di fiori ed un pupazzo, e' stato portato questa mattina vicino al canalone, nel posto in cui il piccolo Loris Stival e' stato ritrovato senza vita alle 16,50 di sabato scorso. (AGI)
Rg2/Can/Mzu
061543 DIC 14
NNNN



ANSA-FOCUS/ L'omelia senza Loris.Prete contro cronisti,vergogna

ZCZC3716/SXB
XCI91593
R CRO S0B QBXB
ANSA-FOCUS/ L'omelia senza Loris.Prete contro cronisti,vergogna Don Flavio: gente stanca, detto troppo. Paese 'dimentica' madre (dell'inviato Matteo Guidelli) (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 7 DIC - Parla "dell' occhio di Dio" che tutto vede, anche quel che non vorremmo si vedesse e sembra quasi voler fare un riferimento a quel che accade per le strade del suo paese. E se la prende con le telecamere, quelle dei giornalisti, che pure a messa arrivano e sono una "vergogna": ma per il piccolo Loris trovato una settimana fa dentro un fosso a pochi chilometri dalla chiesa, non spende una parola. Nell'omelia di don Flavio Maganugo, viceparroco del paese, c'e' tutta la strana domenica di Santa Croce Camerina: forse il primo giorno in cui il paese ammette ufficialmente di non poterne piu' di questa storia macabra e della pressione continua di decine di giornalisti che ronzano tutto il giorno per le strade. Nella chiesa al centro di Santa Camerina ci sono decine di bambini, cantano e seguono la messa come provetti seminaristi. Ma dall'altare non arriva un solo richiamo al triste destino toccato al loro coetaneo. E proprio a loro che si rivolge don Flavio quando fa l'unico accenno alla vicenda. "Bambini - dice - e' stata una settimana particolare. A scuola sono venute tante persone, troppe. E sono venute tante telecamere. E' vero?" "Siii" e' la risposta in coro. "Sono venute anche qui, in chiesa, oggi. Ed e' una vergogna - prosegue il sacerdote - evidentemente non hanno altro da fare". Piu' tardi, quando alcuni cronisti lo vanno a trovare nella sacrestia per chiedergli che va bene
prendersela con i giornalisti ma forse una parola per Loris era giusto pronunciarla, Don Flavio risponde cosi', dopo aver ricordato che domenica scorsa si era parlato abbondantemente del piccolo. "E' inopportuno da parte mia dire qualsiasi cosa se prima non viene fuori la verita' intera. Sono state dette troppe cose e finche' non c'e' niente di certo non mi sento di dire nulla". La verita' e' che il paese non ne puo' piu' e Don Flavio lo dice chiaramente. "La comunita' e' stanca e arrabbiata, anche e soprattutto per le cose che sono state dette sugli abitanti e sulla citta'". Ancora una volta dunque il riferimento e' a quell' omerta' di cui parlo' giorni fa il procuratore di Ragusa. "Ma se la gente non ha visto, cosa deve dire? E' omerta' questa?" continuano a domandarti in paese. Ma nella strana domenica di Santa Croce c'e' anche un altro aspetto che emerge e che ormai si fa quasi fatica a trattenere: e' la 'lontananza' di buona parte del paese da Veronica Panarello, la mamma del piccolo Loris. Gia' nei giorni scorsi, quando sono cominciate ad uscire le prime indiscrezioni sulle incongruenze nel racconto della donna, il paese ha cominciato a mormorare. E con il passare dei giorni il chiacchiericcio si fa sempre piu' intenso. Prova ne e' che per trovare una voce ufficiale che difende la madre, bisogna girare parecchio. Per il
resto, poche frasi di circostanza a mezza bocca e molte facce che dicono piu' di tante parole. Tanto che, si dice, anche nella cerchia familiare potrebbero essersi cominciate ad aprire le prime crepe. D'altronde, mentre per il cacciatore Orazio Filone, l'unico al momento indagato in questa storia, il paese si e' schierato praticamente compatto a sua difesa, non e' andata cosi' per Veronica. E lo stesso Filone, ieri mentre augurava buon pranzo ai cronisti dopo l'ennesimo show in piazza, se n'e' uscito con una frase, sibillina e perfida allo stesso tempo: "l'indagine sta andando nella strada giusta". (ANSA)
GUI
07-DIC-14 19:42 NNN



Loris: madre al telefono con marito quando bimbo in casa

ZCZC3497/SXB
XCI91296
U CRO S0B QBXB
Loris: madre al telefono con marito quando bimbo in casa Da tabulati una sola telefonata in 36 minuti ancora da spiegare (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 7 DIC - Nei 36 minuti tra le 8.49 e le 9.25 di sabato 29 novembre, quelli in cui secondo le riprese delle telecamere Veronica Panarello rimane sola con il figlio Loris nell'abitazione di via Garibaldi e che deve ancora spiegare, la donna parla al telefono una sola volta: con il marito. E' quanto sarebbe emerso dall'analisi dei tabulati del telefono della madre di Loris. A chiamare sarebbe il padre del bimbo, pochi minuti prima che Veronica esca di casa. (ANSA).
GUI
07-DIC-14 18:55 NNN


ZCZC3501/SXB
XCI91262
R CRO S0B QBXB
Loris: madre al telefono con marito quando bimbo in casa (2)

(ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 7 DIC - Dai tabulati sarebbe inoltre emerso che quella mattina, fino a quando si presenta alla Falcone e Borsellino per prendere Loris - che pero' a scuola non sarebbe mai andato stando al racconto delle telecamere posizionate a Santa Croce Camerina - Veronica Panarello avrebbe parlato al telefono una decina di volte, alcune volte ancora con il marito e le altre con appartenenti al nucleo familiare. Una mezza dozzina sarebbero invece gli sms, alcuni dei quali ricevuti sul telefono della donna dal gestore telefonico: segno che qualcuno l'ha chiamata ma il telefono era spento o non raggiungibile. (ANSA)
GUI
07-DIC-14 18:56 NNN



Loris: il legale, "madre non ha mai tentato il suicidio"
ZCZC
AGI0279 3 CRO 0 R01 /
Loris: il legale, "madre non ha mai tentato il suicidio" = (AGI) - Ragusa, 7 dic. - "Smentisco nel modo piu' assoluto che la signora Veronica Panarello abbia tentato nel passato un suicidio sia con che senza l'ausilio di fascette". Ad affermarlo e' l'avvocato Francesco Villardita, legale della famiglia Stival. (AGI)
Rg2/Cav
071846 DIC 14
NNNN



Loris:Aiart,no a processi in Tv,capiamo reazione viceparroco

ZCZC3154/SXB
XCI90907
R CRO S0B QBXB
Loris:Aiart,no a processi in Tv,capiamo reazione viceparroco (ANSA) - ROMA, 7 DIC - "Capiamo l'esasperazione del viceparroco di Santa Croce Camerina. C'e' una pressione mediatica eccessiva sulla sorte di Loris, sulle eventuali responsabilita' della famiglia. I processi non si fanno in tv". Lo afferma Luca Borgomo, presidente dell'associazione di telespettatori cattolici Aiart. "La tv, e soprattutto i contenitori pomeridiani, facciano lavorare gli inquirenti e soprattutto non cerchino di fare congetture che potrebbero essere errate. La video giustizia - conclude Borgomeo - spesso non ha senso". (ANSA).
COM-CLL
07-DIC-14 18:15 NNN



Loris: legale, mamma mai tentato il suicidio

ZCZC2925/SXB
XRR90587
U CRO S0B QBXB
Loris: legale, mamma mai tentato il suicidio (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 7 DIC - "Smentisco nel modo piu' assoluto che la signora Veronica Panarello abbia tentato nel passato un suicidio sia con che senza l'ausilio di fascette per elettricisti". Lo afferma in una dichiarazione l'avvocato Francesco Villardita, legale della famiglia Stival, su indiscrezioni di stampa sulla mamma del piccolo Loris secondo le quali la donna avrebbe tentato negli anni scorsi per due volte di togliersi la vita, in un caso usando una fascetta di plastica.(ANSA).
TR-GUI/SIG
07-DIC-14 17:37 NNN



Loris:un'amica,"Veronica non e' come viene dipinta da media" (2)

ZCZC
AGI0182 3 CRO 0 R01 /
Loris:un'amica,"Veronica non e' come viene dipinta da media" = (AGI) - Ragusa, 7 dic. - "Da sabato scorso quando si e' diffusa la notizia della scomparsa del piccolo Loris, sono angosciata perche' Veronica , Davide e i due piccoli erano miei clienti affezionati nel periodo che hanno vissuto a Modica , con Veronica si era instaurato un rapporto confidenziale e quasi amichevole ed e' per questo che voglio precisare che non e' quella persona che i media stanno descrivendo ma una ragazza molto semplice e coraggiosa , come lo dimostra anche il fatto che ha vissuto per anni a Modica con Loris e incinta del secondo figlio e quasi sempre da sola a causa del lavoro di Davide che lo costringe a stare fuori per giorno". A parlare e' Rosa Sbano, titolare di una impresa commerciale a Modica che tiene a dare la propria testimonianza in "difesa" della madre, Veronica Panarello. (AGI)
Rg2 (Segue)
071553 DIC 14
NNNN



ZCZC
AGI0183 3 CRO 0 R01 /
Loris:un'amica,"Veronica non e' come viene dipinta da media" (2)=

(AGI) - Ragusa, 7 dic. - "Io non so se e' colpevole o meno , il mio istinto di mamma crede che non sia stata lei perche' a mio modesto parere il tutto sembrerebbe premeditato e non conseguenza di un raptus improvviso. Credo che in questo momento Veronica sta provando il dolore piu' grande che una mamma puo' provare e mi dispiace molto per i commenti ed i pregiudizi che i media e le persone esprimono contro di lei, questa famiglia semplice e unita e' straziata dal dolore che purtroppo difficilmente riusciranno a cancellare dai loro cuori. Voglio porgere le mie piu' sentite condoglianze alla famiglia - conclude Rosa - e auguro loro di stare sempre uniti come lo sono sempre stati". (AGI)
Rg2/mld
071553 DIC 14
NNNN



Loris:viceparroco a media, "telecamere anche in chiesa, vergogna"
ZCZC
AGI0130 3 CRO 0 R01 /
Loris:viceparroco a media, "telecamere anche in chiesa, vergogna" = (AGI) - Santa Croce Camerina (Ragusa), 7 dic. - "E' stata una settimana particolare, a scuola sono andate tante persone, anche troppe. E sono andate anche tante telecamere, anche qui in chiesa oggi, e' una vergogna. Evidentemente non hanno altro da fare". A parlare e', durante l'omelia, il viceparroco di Santa Croce Camerina (Ragusa), Padre Flavio Maganuco. Il prelato ha aggiunto inoltre: "E' inopportuno da parte mia dire qualsiasi cosa prima che venga fuori la verita' intera, sono state dette troppe cose e finche' non c'e' niente di certo non mi sento di dire nulla". Ultimo concetto spiegato durante l'omelia e' il sentimento diffuso - per il sacerdote - nella collettivita' di Santa Croce: "sono stanchi ed arrabbiati, soprattutto per cio' che e' stato detto sulla intera collettivita'". (AGI)
Rg2/Vic
071344 DIC 14
NNNN



Loris: legale Stival,per buttare spazzatura si deve passar da li'

ZCZC
AGI0117 3 CRO 0 R01 /
Loris: legale Stival,per buttare spazzatura si deve passar da li' = (AGI) - Santa Croce Camerina (Ragusa), 7 dic. - "Prima che uscisse fuori la telecamera, questo percorso era stato gia' da tempo detto alla Polizia". A parlare e' Francesco Villardita, l'avvocato della famiglia Stival. Il legale spiega il discorso delle telecamere e della presenza della vettura di Veronica Panarello, la mamma di Loris, vicino al Mulino Vecchio, luogo del ritrovamento del corpo del piccolo sabato 29 novembre. "Dire verso il Mulino Vecchio e dire verso Punta Secca, e' la stessa strada come direzione. Lei queste cose le ha gia' dette - dichiara Villardita -, perche' quella e' la zona dove ci sono i cassonetti, non ci sono altre zone dove ci sono i cassonetti, quindi se deve buttare la spazzatura deve passare da li'".
(AGI)
Rg2/Vic
071319 DIC 14
NNNN



Loris: madre Inglese, tanti omicidi irrisolti in provincia
ZCZC
AGI0088 3 CRO 0 R01 /
Loris: madre Inglese, tanti omicidi irrisolti in provincia = (AGI) - Roma, 7 dic. - "Sono piu' di uno gli omicidi irrisolti in questa Provincia. Sono particolarmente vicina alla famiglia del piccolo Andrea Loris Stival e quando sento le polemiche con i mass media, pero', penso a quanto nel nostro caso nessuno si interesso'". A parlare e' Ornella Inglese, la madre di Ivano Inglese, ucciso con oltre 12 colpi di 7,65 il 20 settembre del 2012, nelle campagne di Vittoria (Ragusa), non lontano da dove e' stato ritrovato il corpo senza vita del piccolo Loris. "Spero si possa fare piena luce sull'omicidio di Loris e che lo si faccia anche grazie l'aiuto degli organi di informazione che sono il giusto pungolo per gli inquirenti. Noi - conclude la madre di Ivano Inglese - ancora aspettiamo giustizia e chiediamo soltanto di non essere seppelliti nell'oblio e nell'indifferenza".(AGI)
Rg2/mld
071239 DIC 14
NNNN



Loris: don Di Noto, passata l'emozione non cada il silenzio
ZCZC
AGI0449 3 CRO 0 R01 /
Loris: don Di Noto, passata l'emozione non cada il silenzio = (AGI) - Palermo, 1 dic. - Accertare "chi e cosa e' stato", portare alla luce "cosa sia successo realmente", solo cosi si potra' riuscire a "dare un volto e un nome ai tanti strangolatori e abusatori di bambini". Queste le reazioni alla morte di Loris Andrea Stival, il bimbo ucciso sabato nel Ragusano, di don Fortunato Di Noto, presidente e fondatore dell'associazione antipedofilia Meter Onlus. In un accorato appello il religioso stigmatizza molte prese di posizione ufficiali sulla vicenda segnate secondo lui dai "cliche' di altri drammatici episodi simili di bambini uccisi e poi dimenticati". Il vero timore afferma il prete e' che "presto, prestissimo tutto ritorni e cada nel silenzio". Una sensazione utile solo a coprire "tutte le nostre paure". Una reazione, afferma il religioso, che "ha stancato ma su cui non e' ancora calato il muro della "rassegnazione".(AGI)
Can
011557 DIC 14
NNNN



Bimbo ucciso: trovati slip, ipotesi mitomane
ZCZC3736/SXB
XRR36830
U CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: trovati slip, ipotesi mitomane (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA, 2 DIC - "Oggi indiscrezioni di stampa parlano di bambino senza slip, e stamattina ci hanno fatto trovare delle mutandine davanti scuola: non e' un caso, sembra opera di un mitomane". E' la valutazione di un investigatore sul ritrovamento degli slip davanti la scuola di Loris Stival. Un altro investigatore ricorda che nella strada "polizia e carabinieri ci sono passati mille volte" e, secondo lui, "le hanno messe di proposito". L'ipotesi privilegiata quindi, in questo momento, sembra quella di un mitomane.(ANSA).
TR-GUI/SIG
02-DIC-14 13:57 NNN


Bimbo ucciso: trovati slip, via vai continuo di curiosi
ZCZC3527/SXB
XRR36587
U CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: trovati slip, via vai continuo di curiosi (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA, 2 DIC - Ha suscitato la curiosita' di passanti ma anche di studenti e genitori il ritrovamento di un paio di slip blu per bambini davanti la scuola di Loris Stival. Oltre gli studenti che escono dalla scuola ce ne sono altri che arrivano incuriositi dalla notizia. "E' incredibile - commenta un genitore - ieri sicuramente non c'erano, con tutti i controlli che hanno fatto. Per me - ipotizza - e' stato un mitomane, ma qui ci sono le telecamere che lo avranno ripreso". (ANSA).
TR-GUI/SIG
02-DIC-14 13:43 NNN



Loris: slip da bambino trovati davanti scuola
ZCZC
AGI0318 3 CRO 0 R01 /
Loris: slip da bambino rovati davanti scuola = (AGI) - Ragusa, 2 dic. - Un paio di mutandine blu sono state trovate da una madre e poste sul marciapiede davanti all'ingresso della scuola "Falcone e Borsellino" di Santa Croce Camerina (Ragusa), dove il piccolo Loris Stival, ucciso sabato, frequentava la terza elementare. Si ignora se gli slip siano del bambino. Saranno sottoposti a rilievi scientifici dalla
polizia. (AGI)
Rg2/Rap
021342 DIC 14
NNNN






Bimbo ucciso: polizia in scuola Loris, acquisiti suoi lavori
ZCZC3460/SXB
XCI36432
R CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: polizia in scuola Loris, acquisiti suoi lavori (ANSA) - ROMA, 2 DIC - Agenti di polizia sono stati stamani nella scuola di Santa Croce Camerina frequentata dal piccolo Loris Stival. "Abbiamo dato i lavori didattici del bambino, il giornale di classe, le fotocopie. Tutto quello che serve ovviamente lo mettiamo a disposizione", ha spiegato a Radio1 la dirigente scolastica Giovanna Campo. Rispondendo ad una domanda su come stanno vivendo questa situazione gli altri bambini, ha detto che "e' venuto fuori il dolore, il dispiacere per la perdita del compagnetto, dell'amichetto. Lo hanno espresso attraverso i disegni e lo hanno detto...".(ANSA).
SV
02-DIC-14 13:36 NNN


Bimbo ucciso: appello Ps a cittadini, fornite immagini
ZCZC3250/SXB
XRR36254
R CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: appello Ps a cittadini, fornite immagini (ANSA) - RAGUSA, 2 DIC - "Chiediamo aiuto alla popolazione: per noi e' fondamentale in questo momento avere a disposizione tutte le immagini acquisite dai sistemi di videosorveglianza, che siano di abitazioni o di aziende pubbliche o private". E'
l'appello che il capo della Squadra mobile di Ragusa, Nico Ciavola, rivolge agli abitanti di Santa Croce Camerina. L'obiettivo degli investigatori e' quello di avere prima possibile le immagini che potrebbero aver registrato gli istanti precedenti alla morte del piccolo Loris. Immagini che, se non acquisite immediatamente, potrebbero essere cancellate in quanto i sistemi di videoregistrazione, passato un certo tempo, sovrascrivono le immagini registrare precedentemente. "Per noi e' fondamentale - ha aggiunto Ciavola - cristallizzare ogni istante prima dell'omicidio".(ANSA).
GUI-TR/SIG
02-DIC-14 13:23 NNN

Bimbo ucciso: nuovo sopralluogo ps scientifica luogo delitto
ZCZC1459/SXB
XRR33957
R CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: nuovo sopralluogo ps scientifica luogo delitto (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 2 DIC - Un nuovo sopralluogo della Polizia Scientifica di Palermo, e' in corso nell'area di Mulino Vecchio dove tre giorni fa e' stato trovato il corpo di Loris Stival, il bimbo di otto anni strangolato e gettato in un canalone. Gli agenti stanno perlustrando tutta la zona e compiendo nuovi accertamenti e ripetendone altre. Sono alla ricerca di elementi utili alle indagini.(ANSA).
TR/VIT
02-DIC-14 10:53 NNN


Loris: Pansa, e' piccola comunita', deve 'sbottonarsi'
ZCZC
AGI0057 3 CRO 0 R01 /
Loris: Pansa, e' piccola comunita', deve 'sbottonarsi' = (AGI) - Roma, 2 nov. - Quella di Santa Croce Camerina, nel Ragusano "e' una piccola comunita' che deve 'sbottonarsi'" e da li' potrebbe venire un sostanziale passo in avanti nelle indagini per risalire all'autore dell'omicidio del piccolo Andrea Loris Stival. A parlare di piccola comunita' che deve svelare qualcosa di se' e' il capo della polizia, prefetto Alessandro Pansa, a margine dei lavori di "Progetto Ipa Balcani" in corso alla scuola superiore di polizia e presieduti dal ministro dell'Interno Angelino Alfano, alla presenza dei ministri omologhi di Serbia, Albania, Montenegro, Bosnia Erzegovina, ex Repubblica Jugoslava di macedonia e Kosovo. Parlando delle indagini un corso nel Ragusano, Pansa ha detto "bisogna fare le cose con calma e bene, cosi' da avere la soluzione certa". Il capo della polizia ha anche aggiunto "stiamo attenti a non creare mostri", sottolineando anche che a proposito dell'ipotesi pedofilia "non e' che da un giorno all'altro un pedofilo cala dall'alto in quella realta'", riferendosi appunto al fatto che si tratti di una piccola comunita' e lasciando presupporre che qualcosa in quel centro la gente sappia gia' da tempo. Sul posto stanno operando gia' da domenica sera investigatori dello Sco insieme a specialisti della Scientifica fatti arrivare da Roma, ha aggiunto Pansa, dicendosi fiducioso e sottolineando la presenza in quel territorio di magistrati e investigatori di eccellenza che vi operano. (AGI)
Vic/Cog
020948 DIC 14
NNNN


ANSA-FOCUS/ Compagno Loris disegna arcobaleno,'Gesu' proteggilo'
ZCZC8640/SXB
OPA30359
R CRO S0B QBXB
>ANSA-FOCUS/ Compagno Loris disegna arcobaleno,'Gesu' proteggilo' A scuola parlano di lui con psicologi,'felice per 10 in storia' (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 1 DIC - Capannelli di bambini che parlano di Loris: "La tv ha detto...", "sul web ho letto che...". Il loro compagno di otto anni trovato morto due giorni fa a Santa Croce di Camerina, e' il tema affrontato dagli alunni della scuola Falcone-Borsellino prima di entrare in classe. E' il giorno del ritorno a scuola dopo la tragica notizia e i genitori accompagnano i ragazzi per mano e li seguono con lo sguardo fino al loro arrivo al cancello d'ingresso. Altri prima di entrare comprano panini e brioche da un chiosco dalla vicina piazza. Tra di loro dubbi e paure: "Ma cosa e' successo, ma chi e' stato?", sono le domande piu' frequenti. I genitori dei ragazzi sono restii a parlare anche perche' prende corpo l'ipotesi dell'Orco: "Come ci si puo' difendere da una cosa del genere - dice una mamma - io ho due figli e ho paura. Speriamo che chiunque sia stato gli investigatori lo prendano presto perche' abbiamo paura". "Abbiamo paura anche noi", annuiscono alcuni alunni. "Abbiamo saputo che Loris e' morto - aggiungono - anzi che e' stato ucciso e c'e' chi parla di violenza sessuale. Oggi non vorremmo entrare a scuola". Uno di loro, che frequenta la scuola media, avanza una proposta per la sicurezza: "Ci vogliono piu' telecamere e un centro di controllo, maggiore vigilanza". Poi suona la campanella ed entrano a scuola. Aiutati dagli psicologi della Polizia e dagli esperti della sezioni minori della Questura di Ragusa, provano a 'elaborare' la tragica notizia. "Era felice Loris perche' il giorno prima aveva preso un 10 in storia", ha raccontato un compagno di classe del bimbo ucciso mentre un altro ragazzino ha ricordato i pomeriggi a giocare a pallone e quelli a scorazzare in bicicletta insieme a lui. Dei pomeriggi a casa Stival ha parlato un altro compagno di Loris che ha descritto i compiti e le merende insieme. Infine, sul banco del bambino e' comparso un disegno fatto da un altro compagno: su un prato verde c'e' Loris e sopra di lui l'arcobaleno. Sotto un messaggio a Gesu': "proteggi Loris". "Sono sconvolta. Cio' che e' accaduto e' incredibile. Troppa crudelta'", esclama sconvolta la preside della scuola Falcone-Borsellino. "A scuola oggi - rivela - abbiamo avuto con noi un'equipe di psicologi e specialisti dell'Asp e della polizia di stato, I ragazzi li abbiamo lasciati liberi di esprimersi, di fare cio' che volevano. Hanno scritto, hanno disegnato. Hanno reagito bene, penso che siano andati via abbastanza sereni". "Siamo tutti scossi, cercate di comprendere il nostro stato d'animo", dice ancora commossa, la maestra di Loris Stival, Teresa Iacono. Trattiene il groppo in gola, le trema la voce e non vuole parlare: "capisco tutto, pero' ora basta, davvero". Qualcosa pero' l'insegnante dice: "E' stata una giornata triste, tristissima - racconta - abbiamo spiegato ai bambini, ai compagni di scuola di Loris, cosa e' successo, gia' qualcuno a casa aveva detto loro che il loro amichetto e compagno non c'e' piu'. Abbiamo cercato di star loro vicini, sono scossi e turbati per questa perdita improvvisa". I compagni di classe hanno portato dei fiori e li hanno poggiati sul banco di Loris, hanno scritto dei pensierini e li hanno letti in classe, tutti assieme: "Ci siamo messi in cerchio, come in un grande abbraccio attorno a Loris che non c'e' piu' e poi - conclude la maestra - abbiamo pregato per lui. E' una vera tragedia, sono scossa nel profondo dell'animo".
TR
01-DIC-14 20:12 NNN


>>>ANSA/ Loris strangolato e gettato in canale, conosceva killer
ZCZC8406/SXB
OPA30240
R CRO S0B QBXB
>>>ANSA/ Loris strangolato e gettato in canale, conosceva killer Senza riscontri violenza sessuale, ma pista del pedofilo resta (dell'inviato Mimmo Trovato) (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 1 DIC - Sequestro di persona e omicidio volontario, ma senza indagati; assenza di segni di violenza a scopo sessuale. Sono i punti fermi della Procura di Ragusa sull'uccisione di Loris Stival, il bambino di 8 anni trovato morto due giorni fa a Santa Croce Camerina. E' stato strangolato e poi gettato nel canalone dove e' stato trovato, dice l'autopsia. Ma il medico legale, Giovanni Iuvara, non e' riuscito a stabilire se la caduta sia una concausa o se il ragazzino fosse gia' morto quando e' precipitato, perche', spiega il procuratore Carmelo Petralia, potrebbe essere "avvenuta in un momento immediatamente successivo allo strangolamento, puo' rientrare tra le cause della morte o essere un fatto immediatamente successivo". Nessuna prova di una violenza sessuale subita da Loris. Ma "al momento", scrive la Procura. Perche' la pista esiste, assieme ad altre, ed e' seguita con attenzione, anche su eventuali storie pregresse o tentativi non riusciti. "L'attivita' peritale continua, anche se quella propriamente autoptica si e' conclusa, e quindi - sottolinea il procuratore - in questo momento non ci sono elementi per confermare l'esistenza di esiti di violenza sessuale. Finche' non c'e' certezza non c'e' reato". Non e', tuttavia, un'inchiesta al buio, sottolinea Petralia: "indaghiamo a 360 gradi, non trascuriamo alcuna ipotesi, ma ci sono delle piste privilegiate". E tra queste quella della pedofilia: la Procura sta attivando una squadra di psicologi per realizzare un profilo di un eventuale orco. Una strada investigativa obbligata per i magistrati, visto il contesto del delitto. Ma, avvisa il procuratore Petralia, "il lavoro di magistrati, investigatori e dei giornalisti e' di tenere conto che quello che fanno ha una ricaduta sociale, per questo occorre lavorare con sobrieta' ed evitare allarmismi e tensioni". Resta il mistero del delitto di Loris, sequestrato, strangolato e gettato in un canalone a Santa Croce Camerina. Perche' non e' andato a scuola? Perche' in classe non e' arrivato e i sistemi di videosorveglianza dell'istituto non lo riprendono? Una ragazzina dice di averlo visto comprare un panino, dopo che la madre lo ha lasciato, nel chiosco vicino alla Falcone-Borsellino. Poi e' scomparso. Eppure era un bambino introverso, che non dava confidenza agli estranei. Ed ecco che i sospetti virano in direzione di chi lo conosceva, di chi aveva gia' conquistato la sua fiducia. I cani 'molecolari' fiutano la sua presenza lontano dalla scuola, ma la 'traccia' poi scompare nel nulla. Loris sarebbe potuto salire su un'auto o una moto. Ma chi l'ha preso a bordo? Un amico, un parente, un conoscente stretto? Sono i dubbi che gli investigatori, polizia di Stato e carabinieri, stanno cercando di risolvere continuando a interrogare diverse persone del paese e visionando le immagini di decine e decine di telecamere di sistemi di sorveglianza. Si intrecciano dati e tabulati, collegamenti tra telefonini e celle di trasmissione. Un lavoro per specialisti di alto livello. A Ragusa, annuncia il ministro Angelino Alfano, arrivano "i nostri migliori investigatori" e il responsabile del Viminale assicura che "ogni strada sara' battuta". "Questo e' un paese sereno, normale, un paese che all' improvviso si riscopre fragile", commenta il sindaco di Santa Croce Camerina, Franca Iurato. I genitori degli alunni che frequentano la scuola della piccola vittima hanno chiesto alla preside un servizio di vigilanza davanti ai cancelli, specie per chi deve lasciare i bambini in anticipo per recarsi al lavoro. Perche' la paura dell'orco nel paese c'e'. "Abbiamo paura - commentano dei ragazzini entrando a scuola - perche' uno di noi e' stato ucciso". I suoi compagni di classe lo hanno ricordato con un mazzo di fiori sul banco dei pensierini. "Hanno scritto, hanno disegnato - dice la preside, Giovanna Campo - hanno reagito bene, penso che siano andati via abbastanza sereni". Reagisce anche Orazio Fidone, il cacciatore che ha trovato il
corpo sentito come testimone per oltre 4 ore da polizia e carabinieri che gli hanno anche sequestrato l'auto: "Rifarei quello che ho fatto non una, ma cento volte". "Ho ricevuto - rivela - la solidarieta' di tutta la cittadinanza per lo stress al quale sono sottoposto da giorni, la gente mi chiama per sapere come sto, ma io sto bene, bisogna pensare a capire cosa e' successo veramente". E il giallo non e' ancora risolto.
TR
01-DIC-14 19:55 NNN





>ANSA-BOX/ Criminologo, l'omicida un adulto solo ed inesperto
ZCZC7591/SXB
XSP30138
R CRO S0B QBXB
>ANSA-BOX/ Criminologo, l'omicida un adulto solo ed inesperto Forse una reazione per paura che il bambino parlasse (ANSA) - ROMA, 1 DIC - Un uomo adulto ma relativamente giovane, tra i 20 e i 30 anni ma anche qualcosa in piu', inesperto e che presumibilmente ha agito da solo. Una persona che probabilmente non ha un lavoro che richiede un impegno rigoroso giornaliero e che potrebbe aver avvicinato il bambino a bordo di un'auto o di una moto probabilmente per abusare di lui, ma potrebbe avere avuto paura di una sua reazione negativa e temendo che raccontasse tutto e potesse scattare una denuncia nei suoi confronti lo ha strangolato e gettato in un canalone. A tracciare il possibile ''identikit'' della persona che potrebbe aver ucciso il piccolo Andrea Loris, nel caso in cui vi sia alla base della sua morte un tentativo di abuso sessuale, e' lo psichiatra e criminologo Francesco Bruno. ''Chi ha ucciso - spiega - potrebbe averlo fatto a seguito di una reazione del piccolo a un atto di sopraffazione, come ad esempio un tentativo di abuso, o il bambino potrebbe averlo minacciato di raccontare tutto. Il timore di una denuncia avrebbe fatto si che chi lo ha avvicinato, magari inizialmente non con l'intenzione di ucciderlo, decidesse invece di strangolarlo e gettarlo in un canale''. ''E' improbabile che sia stato un gruppo, magari costituito da ragazzi, perche' in questi casi si tende piu' facilmente a lasciare delle tracce - sottolinea ancora Bruno - i fatti indurrebbero a pensare che si tratti di una sola persona, che magari ha prelevato il piccolo a bordo di un'auto o di una moto, perche' l'incontro presumibilmente non e' avvenuto esattamente dove il corpicino e' stato ritrovato. Chi ha avvicinato Andrea Loris forse voleva abusare di lui, probabilmente non ucciderlo ma poi la paura scatenata dalla resistenza del bambino, non tanto a livello fisico ma come testimone di fatti e possibile accusatore, potrebbe aver spinto in quel momento il suo interlocutore a ucciderlo''.(ANSA).
Y09-CAV
01-DIC-14 18:49 NNN



OSS. MINORI SU MAESTRE ARRESTATE, CONTROLLI PSICOLOGICI SU DOCENTI

''Da anni chiediamo, inutilmente, che i docenti vengano sottoposti periodicamente a controlli di tenuta psichica e molti di loro sostengono la nostra richiesta. Peccato, che i governanti non abbiano mai tenuto in considerazione la nostra richiesta''. Lo dichiara il sociologo Antonio Marziale, presidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori, in riferimento all'arresto aTaranto di due maestre d'asilo per avere maltrattato ripetutamente bambini di età compresa tra tre e cinque anni. ''La fenomenologia è da considerarsi emergenziale - sottolinea Marziale - i numeri non sono un'opinione e fanno statistica. Verificare la tenuta psicologica di quanti svolgono un mestiere così usurante è un passo dovuto ai bambini, alla loro incolumità, alle lorofamiglie e non significa stigmatizzare una categoria formata per la stragrande maggioranza da professionisti impeccabili, bensì sradicare le mele marce dal sistema''. ''È perfettamente inutile - conclude il presidente dell'Osservatorio -che i ministri facciano la parata delle allodole tra i banchi di scuola, quando essi stessi fingono di ignorare che il Paese è stato denunciato per violazione dell'articolo 17 della Carta Sociale Europea, che impone agli Stati di proteggere i bambini dalla violenza.La scuola, santuario insostituibile dell'educazione e della tutela delminore, non può continuare a essere, per troppi bambini, luogo di tortura psichica e fisica. È tempo di porvi rimedio, ministro Giannini''.

(Sin/Adnkronos)15-SET-14 12:42NNN
PAGINA 1
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu