Notizie dal Mondo 2 - CIATDM

Vai ai contenuti

Menu principale:


NOTIZIE DAL MONDO


PAGINA 5   4 3 - 2 - 1
Bimbo ucciso: legale, mamma Loris parte lesa (2)
ZCZC0299/SXB
XRR55424
U CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: legale, mamma Loris parte lesa (2) (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 3 DIC - "La signora non e' assolutamente sottoposta ad indagine - ha precisato l'avvocato Villardita - ve lo posso garantire e assicurare che quella che e' stata eseguita dalla polizia scientifica non e' una perquisizione ma la ricerca di elementi utili alle indagini del caso". Il legale ha riferito che la signora sta "come puo' stare una madre che ha perso il figlio". (ANSA).
TR-GUI/VIT
03-DIC-14 22:16 NNN


Bimbo ucciso: conclusi rilievi scientifica
ZCZC0295/SXB
XRR55440
U CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: conclusi rilievi scientifica (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 3 DIC - Si sono conclusi i rilievi effettuati dalla polizia scientifica nell'abitazione dei genitori di Loris Stival, a Santa Croce Camerina. La polizia ha portato via diari, quaderni oggetti del bambino e anche un computer. Secondo quanto riferito dal legale della famiglia, l'avvocato Francesco Villardita, servono a "ricostruire il profilo psicologico di Loris". (ANSA).
TR-GUI/VIT
03-DIC-14 22:14 NNN


>>>ANSA/ Un video smentisce madre Loris, Ps e cc in casa bimbo
ZCZC0256/SXB
XCI55303
R CRO S0B QBXB
>>>ANSA/ Un video smentisce madre Loris, Ps e cc in casa bimbo Procuratore, tempi non lunghi. Donna non e' indagata (degli inviati Matteo Guidelli e Mimmo Trovato) (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA, 3 DIC - C'e' un video che smentisce il racconto di Veronica Panarello, la mamma del piccolo Loris: la mattina di sabato 29 novembre il bambino non e' mai arrivato a scuola, come ha sostenuto la donna, ma e' rientrato a casa. Le immagini, registrate da una telecamere ad una cinquantina di metri dall'abitazione della famiglia, confermano dunque i dubbi di investigatori ed inquirenti che ora vogliono capire perche' Veronica ha raccontato loro una versione diversa da quella immortalata nei frame video. "Ho accompagnato Loris a scuola con la macchina e l'ho lasciato a poca distanza dal cancello" ha raccontato Veronica. Ma nelle immagini si vede invece che Loris, attorno alle 8.30, scende dalla Polo nera della mamma e va verso il portone di casa. Da quel momento in poi di Loris non ci sono piu' immagini, almeno tra quelle visionate finora dagli investigatori: ricompare, 8 ore dopo nel canalone a Mulino Vecchio. Morto. "Esistono diversi video che sono allo studio. Ci sono 42 telecamere che hanno ripreso 24 ore e sono tutte interessanti e utili" si limita a dire il procuratore di Ragusa Carmelo Petralia sottolineando che in questa fase ogni notizia non ufficiale puo' "danneggiare in modo irreversibile" le indagini. Ma il procuratore aggiunge anche che "non ci saranno tempi lunghi per chiarire le prime cose". Il che significa che la svolta ancora non c'e' ma che gli investigatori hanno imboccato una pista ritenuta molto interessante. Tra l'altro sul caso, afferma ancora il capo della procura, stanno lavorando "il meglio delle forze di polizia del Paese", lo Sco e gli stessi uomini del Ros e del Racis che hanno indagato su Yara: "davanti ad un fatto di inusitata gravita', la risposta dello Stato e' stata molto forte". Allo stato delle indagini sul registro degli indagati, con l'accusa di sequestro di persona e omicidio, rimane comunque il solo nome di Orazio Filone, il cacciatore che sabato pomeriggio ha trovato il corpo di Loris nel fosso a Mulino Vecchio. Un atto dovuto per consentire di fare gli accertamenti irripetibili sulla sua auto e sui suoi vestiti. La sua posizione resta dunque al vaglio degli inquirenti, che continuano a ritenere poco plausibile la spiegazione che l'uomo ha dato del perche', appena saputo della scomparsa di Loris, si e' diretto proprio in quel punto dove poi e' stato trovato il corpo. Cosi' come sono ancora da chiarire i rapporti dell'uomo con la famiglia del piccolo. Veronica Panarello, invece, al momento non e' indagata e lo dice chiaramente il procuratore. Ma e' evidente che gli investigatori e gli inquirenti - che anche oggi hanno continuato a sentire diversi testimoni - vorranno quanto prima chiarire il perche' la donna ha mentito e fare una serie di atti ufficiali. Il primo e' arrivato gia' nel pomeriggio quando una quindicina tra poliziotti e carabinieri si sono presentati su mandato della Procura in via Garibaldi e sono rimasti nell'abitazione di Loris fino a tarda sera. Gli uomini della scientifica e del Racis hanno operato anche con il Luminol, per rilevare la presenza di tracce non visibili ad occhio nudo, e hanno raccolto una serie di elementi che saranno poi analizzati dagli specialisti dello Sco della polizia e del Ros dei carabinieri. Tecnicamente, ha spiegato il procuratore, non si e' trattato di una perquisizione ma di "atti specifici di polizia giudiziaria finalizzati all'acquisizione di elementi che potrebbero rivelarsi utili al proseguimento delle indagini". Quali? Ad esempio un tablet o un telefonino che Loris usava, per capire con chi e se era in contatto con qualcuno, con chi scambiava messaggi. Oppure tracce della presenza di soggetti diversi dai familiari all'interno dell'abitazione o nel garage. Un aiuto importante, gli investigatori lo cercano anche nei tabulati telefonici: le telefonate effettuate dai familiari di Loris e da persone a loro vicine serviranno a ricostruire gli spostamenti di quella mattina e chiarire ulteriormente il racconto della donna. Non serviranno, invece, le due telecamere puntate proprio sull'ingresso della scuola: il temporale di un mese fa le ha danneggiate entrambe. "Se avessimo quelle immagini - sorride un investigatore - avremmo gia' chiuso il caso".
(ANSA).
GUI-TR
03-DIC-14 22:06 NNN


(Riepilogo) Loris, video smentisce madre. Pm "c'e' un indagato"
ZCZC
AGI0864 3 CRO 0 R01 /
(Riepilogo) Loris, video smentisce madre. Pm "c'e' un indagato" = (AGI) - Ragusa, 3 dic. - C'e' un indagato per l'omicidio del piccolo Andrea Loris Stival. A confermarlo il procuratore di Ragusa Carmelo Petralia ai giornalisti nel tardo pomeriggio: "Oltre al fascicolo a carico di ignoti c'e' l'iscrizione nel registro degli indagati di una persona ma per adesso non possiamo dire chi sia, ma i reati restano quelli di sequestro di persona e omicidio". Per detenzione illegale di munizioni era gia' indagato Orazio Fidone, il cacciatore che ha scoperto il corpo del piccolo e che oggi ha detto: "Sabato mattina non ero a Santa Croce Camerina ed e' facile verificarlo". "Che ci siano attivita' in questo momento - ha aggiunto Petralia - non vuol dire che si stia indagando una singola persona. Tali attivita' servono per l'acquisizione di elementi utili per il prosieguo delle indagini". Il riferimento e' anche alla perquisizione scattata nel pomeriggio, poco prima delle 17 e proseguita in serata, della casa dei genitori a Santa Croce Camerina, dopo le incongruenze emerse dalle immagini degli impianti di sicurezza, in ordine alla ricostruzione dei fatti fornita dalla madre. Sebbene il procuratore precisi che di "atti specifici di polizia giudiziaria" si tratta, "per l'acquisizione di elementi che potrebbero rivelarsi utili al proseguimento delle indagini". Sarebbero stati acquisiti materiali. Le immagini sono tantissime - ha continuato Petralia - e tutte oggetto di studio. Sono 42 telecamere per 24 ore di sabato di registrazioni importanti". Infine, ha assicurato: "La reazione che sta avendo lo Stato e' molto forte. E' al lavoro il meglio degli investigatori italiani. Stiamo operando per cerchi concentrici, dal piu' grande che prende in considerazione tutti i fatti, a quelli piu' piccoli che prendono in considerazione i singoli fatti. Cio' fino ad arrivare a quello centrale dove ci sara' il nome del colpevole". (AGI)
Mrg (Segue)
032130 DIC 14
NNNN



ZCZC
AGI0865 3 CRO 0 R01 /
(Riepilogo) Loris, video smentisce madre. Pm "c'e' un indagato" (2)=
(AGI) - Ragusa, 3 dic. - Al vaglio soprattutto i fotogrammi di un video, estratti dagli oltre 4 terabyte di dati acquisiti dagli inquirenti, mostrerebbe la madre del piccolo, Veronica Panarello di 25 anni, alle 8,15 avvicinarsi alla macchina con i due figli. Dalle immagini pero' solo il piu' piccolo, Diego di 4 anni, salirebbe sull'auto con la madre. Loris dopo una breve discussione tornerebbe indietro verso casa. Ieri la donna aveva ribadito la sua versione agli inquirenti che l'avevano convocata in questura dove era stata ascoltata per tre ore. I vertici della Squadra mobile e dei carabinieri, assieme agli esperti del Servizio centrale operativo della polizia di Stato e del Ros dei carabinieri giunti da Roma, si sono ritrovati nella questura di Ragusa per fare il punto sugli sviluppi delle ultime ore. Per il comandante della Legione carabinieri Sicilia, generale Giuseppe Governale, "dobbiamo aspettarci che ci siano delle attivita' che possano trovare un esito favorevole non a lungo termine". In prefettura si e' invece riunito il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, convocato dal prefetto Annunziato Varde'. Alla riunione ha partecipato anche il sindaco di Santa Croce Camerina, Franca Iurato. In paese, intanto, la gente si mostra solidale con il cacciatore Orazio Fidone, che questa mattina ha preso un caffe' nella piazza centrale piazza del paese ed e' stato abbracciato da diversi suoi concittadini che lo hanno avvicinato per dargli solidali pacche sulla spalla. Dalla famiglia, per bocca della zia Antonella Stival, e' venuto un nuovo appello ai giornalisti: "Siamo una famiglia per bene, non infangateci".
(AGI)
Mrg
032130 DIC 14
NNNN


>ANSA-FOCUS/ Bimbo ucciso: nei video l'ultima mattina di Loris
ZCZC9924/SXB
XCI54865
R CRO S0B QBXB
>ANSA-FOCUS/ Bimbo ucciso: nei video l'ultima mattina di Loris Piccolo non arriva mai a scuola, in immagini suo ritorno a casa (dell'inviato Matteo Guidelli) (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 3 DIC - L'ultima mattina di Loris Stival e' un film in bianco e nero raccontato dai frame registrati da una quarantina di telecamere che il comune di Santa Croce Camerina ha installato nel paese con un finanziamento di 350mila euro del Pon sicurezza e da quelle che negozianti e aziende hanno messo per proteggersi. Immagini che raccontano una storia assai diversa da quella che la mamma del piccolo ha ricostruito davanti agli investigatori. L'ultima mattina di Loris inizia attorno alle 8 di sabato, quando il bimbo con la madre e il fratellino escono dal portone di via Garibaldi, l'ultimo prima che la strada incroci via Roma. E via Roma e' fondamentale per questa indagine, perche' e' proprio li' che e' posizionata la telecamera che riprendera' la scena. Si tratta di un sistema di videosorveglianza installato presso l'emporio 'Vanity and house', un negozio di oggettistica a 50 metri dall'abitazione di Loris. C'e' anche un'altra telecamera, a poca distanza, installata sempre su via Roma ma dal comune: si trova pero' in una posizione dalla quale non si vede il portone della palazzina a tre piani dove abita la famiglia del piccolo e dunque le uniche immagini registrate da questa telecamera sono quelle della Polo nera che va verso la scuola. Dunque sono i video dell'emporio che contano. E i video dell'emporio riprendono la mamma e i due figli che salgono in auto per raggiungere la 'Falcone e Borsellino', a meno di un chilometro e mezzo di distanza, un percorso che si fa in 5-7 minuti al massimo. Ed infatti un quarto d'ora dopo avviene il primo colpo di scena: la Polo torna sotto l'abitazione e Loris scende, per andare verso casa. Ci sarebbe anche un testimone, un tabaccaio, che dice di aver visto dallo specchietto retrovisore l'auto con a bordo la donna e il bambino. Perche' allora la mamma ha raccontato di averlo lasciato a 70 metri da scuola? E soprattutto, cosa e' successo in macchina, o prima, per spingere il bambino a tornare a casa? C'e' stato un litigio o una discussione, come ipotizzano alcuni investigatori? Il dato di fatto, stando anche ad altre fonti che sostengono invece che Loris su quella macchina non ci sia mai salito, tornando subito sui suoi passi, e' in ogni caso che il bambino a scuola non ci e' mai arrivato L'ultima mattina di Loris, stando ai video fin qui analizzati, finisce dunque qui: il piccolo ricomparira' 8 ore dopo in fondo ad un canalone, morto di una morte atroce. Strangolato e buttato in quel fosso ancora moribondo. Ma la storia che raccontano le telecamere, invece, non finisce. Perche' dopo aver lasciato il figlio grande nei pressi di casa, la mamma riparte con l'auto e il figlio piu' piccolo verso il centro del paese. Dove va? Ad accompagnare il bambino alla ludoteca. Poi, e sono gia' le 9 passate, la Polo nera ricompare in via Garibaldi per entrare nel garage che sta sotto la palazzina dove abitano i genitori di Loris. E non e' ancora finita: attorno alle 10-10.30 il video dell'emporio immortala nuovamente la macchina della mamma di Loris, che esce e si dirige nella direzione opposta a quella seguita la mattina. Se sia sola o meno in macchina, stando a quanto si apprende, non e' chiaro dalle immagini. Quel che gli investigatori avrebbero chiarito, pero', e' dove la donna sarebbe andata: ad un corso di cucina. Dove sarebbe rimasta fino alle 12.15. L'ultimo frame, per ora, di questa storia e' la Polo nera con a bordo la donna che alle 12.45 circa e' davanti alla scuola. Dove Loris non e' mai arrivato. La sua ultima mattina era gia' finita da almeno due ore e mezza. (ANSA)
GUI
03-DIC-14 20:56 NNN


Loris non sarebbe sceso da auto davanti alla scuola (2)

ZCZC6741/SXB
XRR51636
R CRO S0B QBXB
Loris non sarebbe sceso da auto davanti alla scuola (2) (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 3 DIC - Le immagini
registrate dalle telecamere sabato mattina fornirebbero dunque una versione diversa da quella raccontata dalla mamma del
piccolo Loris. Secondo fonti qualificate le immagini racconterebbero un'altra verita': attorno alle 8 la mamma, Loris e l'altro figlio  della donna uscirebbero da casa e salirebbero in auto per andare a scuola. Circa un quarto d'ora dopo, sempre secondo quanto si apprende, l'auto verrebbe inquadrata di nuovo sotto l'abitazione in via Garibaldi e si vedrebbe Loris scendere e dirigersi da solo verso casa. La macchina con a bordo la mamma, a quel punto, ripartirebbe e, ipotizzano gli investigatori agli inquirenti, si sarebbe diretta alla ludoteca per lasciare il figlio piccolo. Dopo un altro quarto d'ora circa l'auto verrebbe nuovamente ripresa dalle telecamere mentre entra nel garage sotto
 l'abitazione di Loris. (ANSA).
GUI-TR/VIT
03-DIC-14 17:16 NNN


Bimbo ucciso: perquisizione in casa per incongruenze madre
ZCZC6572/SXB
XRR51444
U CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: perquisizione in casa per incongruenze madre Anche polizia scientifica presente sul posto (ANSA) - RAGUSA, 2 DIC - Anche la polizia scientifica e' arrivata nella casa dei genitori di Loris Stival per compiere una perquisizione. Secondo quanto si e' appreso l'atto, disposto dalla procura di Ragusa, serve a riscontrare alcune incongruenze che sarebbero emerse nelle dichiarazioni della madre. Veronica Panarello, non e' al momento iscritta nel registro degli indagati.
TR-GUI/SCN
03-DIC-14 17:07 NNN


Bimbo ucciso: non funzionanti telecamere davanti scuola

ZCZC4076/SXB
XRR48645
U CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: non funzionanti telecamere davanti scuola (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 3 DIC - Le due telecamere che inquadrano il tratto di strada che Loris Stival avrebbe percorso sabato mattina prima di andare in classe non
sarebbero funzionanti. Le due telecamere, posizionate proprio ei pressi dell'ingresso dell'istituto, sarebbero andate fuori uso circa un mese fa a causa di un temporale violento che colpi'Santa Croce Camerino. (ANSA).
GUI-TR/FLO
03-DIC-14 14:30 NNN


Bimbo ucciso: vigilessa sentita ancora da inquirenti

ZCZC4015/SXB
XRR48597
U CRO S0B QBXB
Bimbo ucciso: vigilessa sentita ancora da inquirenti Avrebbe visto auto mamma ma non ricorda Loris
 (ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 3 DIC - Una vigilessa del comune di Santa Croce Camerina, che era in servizio davanti la scuola elementare del paese il giorno in cui e' scomparso Loris Stival, e' stata nuovamente sentita dagli inquirenti e dagli investigatori che indagano sulla morte del piccolo. La vigilessa avrebbe infatti visto quella mattina la Polo nera con a bordo la madre di Loris, ma non si ricorderebbe del bambino.
(SEGUE).

GUI-TR/FLO
03-DIC-14 14:26 NNN
ZCZC4045/SXB
XRR48625
R CRO S0B QBXB

Bimbo ucciso: vigilessa sentita ancora da inquirenti (2)

(ANSA) - SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA), 3 DIC - Il funzionario pubblico, secondo quanto si apprende, avrebbe raccontato che sabato mattina attorno all'orario di ingresso a scuola, avrebbe visto la mamma del piccolo Loris a bordo di una Polo nera arrivare nei pressi dell'istituto, dove la donna dice di aver lasciato il bambino. Ma, avrebbe aggiunto la vigilessa, non ricorderebbe di aver visto il piccolo Loris. Un elemento, questo, sottolineano gli investigatori, che non sta a significare con certezza che il piccolo non era nell'automobile.
(ANSA).
GUI-TR/FLO
03-DIC-14 14:27 NNN




 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu