Home Page - CIATDM

Vai ai contenuti
DIPENDENZE E RISCHI DELLA NAVIGAZIONE SU INTERNET PER I MINORI - APPUNTAMENTO AL CONVEGNO ORGANIZZATO A MAGLIE IL 1 GIUGNO 2018***Attacco Siria fuori da legalità...[leggi]***Noemi e Nicolina due morti assurde "le istituzioni non investono in prevenzioni, si potevano evitare"...[leggi]***



Il C.I.A.T.D.M., e' un organismo di associazioni del volontariato non profit, e di persone e cittadini che operano e non nel campo della tutela dei diritti dei minori, della famiglia, e delle problematiche ad esse connesse.
Si ispira principalmente ai diritti dei minori cosi' come sanciti dalla dichiarazione dei diritti dell'infanzia di new york del 20 novembre del 1989 firmata dal nostro paese e successivamente ratificata dal parlamento con legge n. 176/5 /91.
Il C.I.A.T.D.M. e' un organismo apolitico, apartitico, aconfessionale, che lavora, e dialoga con tutti, ed intende lavorare e dialogare senza preclusione alcuna, con tutte le forze politiche siano esse presenti all'interno od all'esterno delle istituzioni affinche' la tutela dei diritti, e i diritti dei minori diventino anche nel nostro paese una reale e concreta realta', e non una realta' fittizia come lo e' oggi.

Aurelia Passaseo (C.I.A.T.D.M.):
Appello per un rientro a scuola nella normalità.

25-06-2020 17:36 - CRONACA ITALIANA
Il Coordinamento Internazionale Associazioni per la Tutela dei Diritti dei Minori (C.I.A.T.D.M.) si mobilita in vista della riapertura delle scuole.

“Abbiamo, tra le altre iniziative, inviato un appello al Presidente Giuseppe Conte, al Ministro Azzolina e al Ministro Speranza, in cui chiediamo che tutte le limitazioni previste siano temporanee e che si torni alla normalità per gli studenti, affinché si ritorni alle funzioni educative e di socializzazione della scuola” - Afferma la presidente C.I.A.T.D.M. Aurelia Passaseo.
“Ringrazio-continua la presidente Passaseo- tutti coloro che sostengono il nostro appello, associazioni, comitati, gruppi di professionisti (medici, avvocati, giuristi, psicologi, insegnanti, giornalisti)”.

APPELLO
È sempre più̀ vivo il fermento di associazioni, comitati, gruppi di professionisti (medici, avvocati, giuristi, psicologi, insegnanti, giornalisti), pronti a manifestare il proprio ragionato dissenso verso l'applicazione di un regime dissennato di controllo e condizionamento sociale sulla popolazione, e in particolare sulle giovani generazioni. Grazie a tante voci autorevoli e alla attività̀ di settori specialistici, l'opinione pubblica è sempre più̀ informata e sensibilizzata, sempre meno asservita alla propaganda mediatica che tenta di imporre il mono pensiero obbligatorio e, attraverso il ricatto della paura, isolamento e comportamenti conformi.

Alla luce di tutto quanto sopra esposto, chiediamo:


- che tutte le limitazioni al pieno esercizio del fondamentale diritto all'istruzione siano
ritenute temporanee e provvisorie dagli organismi tecnici e dalle istituzioni politiche;
- che sia profuso ogni sforzo per garantire al più̀ presto un ritorno alla normalità̀ della vita
scolastica, onde evitare che si perpetuino inutilmente le gravi distorsioni dettate dalla emergenza; - che non venga agitato lo spauracchio del contagio al fine di giustificare la trasformazione
radicale del modello di scuola;
- che l'ipertrofia tecnologica e digitale restituisca il posto a un'integrale formazione umana
e culturale degli scolari;
- che non sia proprio l'istituzione scolastica, fattasi propulsore della navigazione in rete, ad
esporre i minori ai plurimi rischi ad essa legati e ad alimentare il fenomeno già̀ tristemente diffuso della dipendenza dal mezzo digitale;

- che sia tempestivamente implementato il sistema di navigazione differenziata promosso dal CIATDM e già̀ fatto oggetto del ddl n. 1329, 6 giugno 2019 (a firma Calderoli); e del pdl n. 1537, 24 gennaio 2019 (a firma Tateo) assegnato alla Commissione Giustizia;
- che non venga esercitata una arbitraria sorveglianza sanitaria sugli scolari e sulle loro famiglie;
- che sia revocata per tempo qualsiasi imposizione di presidi sanitari o pseudo tali (in particolare mascherine, braccialetti elettronici, barriere fisiche e ogni altra misura non giustificata rispetto al rischio evidenziato in età̀ scolare) per la popolazione scolastica;
- che sia inibito ogni intervento abusivo ai danni dei minori che accusino sintomi di qualsiasi tipo all'interno dei locali scolastici e che, in ogni caso, sia sempre garantito in primis l'immediato avviso e intervento della famiglia;
- che nessun trattamento sanitario possa essere imposto come condizione per la frequenza della scuola di ogni ordine e grado.
Invitiamo infine le famiglie degli scolari:
- a vigilare affinché́ il perpetuarsi dello stato di emergenza non abbia a divenire presupposto
di interventi arbitrari e abusivi a danno proprio e dei propri figli da parte della istituzione scolastica o delle strutture sanitarie, ad oggi investite di un pericoloso quanto abnorme potere discrezionale nella gestione della sicurezza a scuola;

- ad opporsi con forza alla sostituzione della macchina al rapporto umano, dello schermo al libro, della tastiera alla penna;
- a reagire in ogni modo al tentativo di imporre l'isolamento fisico, la sterilizzazione sociale e l'annientamento culturale alle nuove generazioni.


Fonte: mariangela Campus






TUTTI GLI AMICI E NON SONO INVITATI A PARTECIPARE A QUESTO INTERESSANTE CONVEGNO A ROMA CHE HA ORGANIZZATO IL CIATDM (Coordinamento internazionale associazioni per la tutela dei diritti dei minori)
Locandina completa in pdf (per leggere clicca qui)



Ancora una volta il CIATDM è protagonista a livello organizzativo relativamente a tematiche di interesse sociale e di attualità con riferimento al minore autore del reato.
Tematiche che i competenti relatori porteranno all'attenzione  con le "NUOVE FRONTIERE DI INTERVENTO E LE RELATIVE SFIDE CUI E' CHIAMATO OGNI OPERATORE DELLA GIUSTIZIA CHE SI OCCUPI DI TALE DELICATA MATERIA".
Un ringraziamento a tutti i relatori unitamente all'amministrazione tutta della città di Taviano molto attenta e sensibile a queste problematiche.
Ringraziamo inoltre la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati per la Concessione del Patrocinio. [leggi in pdf]
Roberto Stendardo (Vicepresidente unitamente a tutto il CIATDM)

***Il seminario è gratuito. Ci si può iscrivere lo stesso giorno dell'evento***


IL C.I.A.T.D.M. tutto e nella persona della Presidente Sig.ra AURELIA PASSASEO,ringrazia l'Amministrazione tutta della Città di Taviano . Un particolare ringraziamento lo indirizziamo al Sindaco Dott.Giuseppe Tanisi, all'assessore Avv.Serena Stefanelli ed al Presidente del Consiglio di Taviano Dott.Germano Santacroce, per la sensibilità mostrata verso le problematiche che saranno evidenziate dagli Illustri Relatori ,nel corso del Convegno. Il Vicepresidente Tommaso Roberto Stendardo.L'avvocato Carlo Luigi Casciaro terrà le conclusioni al convegno.

Il CIATDM ringrazia l'Onorevole Anna Rita Tateo per essersi fatta promotrice ed aver firmato questa proposta di legge che vuole tutelare i minori che navigano nel web. Si ringraziano inoltre tutti gli altri onorevoli che hanno firmato il testo.

Ora il CIATDM auspica che diventi presto legge!

Norme per la tutela dei minori che accedono alla rete internet e istituzione del registro dei provider aderenti al codice di autore-regolamentazione "Internet e minori" [leggi proposta di legge in pdf]
Pedofilia e Dintorni di Aurelia Passaseo

Ormai si parla sempre di più di pedofilia, non passa giorno che le cronache dei giornali ci raccontano storie di abusi o di pedofilia in danno di minori. Abusi che, vengono perpetrati in danno di minori all’interno ed esterno della famiglia, abusi che avvengono nella rete internet dove sedicenti pedofili fingendosi anch’essi bambini adescano i nostri figli tramite le chat che i nostri figli utilizzano spesso per comunicare tra loro e dove si nascondono le insidie e pericoli più dannosi all’armonico sviluppo psicofisico dei nostri ragazzi che sanno utilizzare la rete meglio di noi adulti diventando, così, facili prede di pedofili senza scrupoli entrano in contatto con loro riuscendo il più delle volte a carpire i loro dati, per, poter avere poi, anche attraverso lusinghe di regali, veri e propri appuntamenti ed incontri fisici al fine di poter perpetrare, (con la scusa di un’ideologia sbagliata, distorta di amore e bene verso i bambini ) su di loro violenza per soddisfare le loro perversioni erotiche, oppure per poter attraverso lo scatto di immagini alimentare il mercato della pedopornografia per altre persone pedofile smaniose ed alla ricerca di emozioni sempre più forti che possano soddisfare le proprie e vergognose bramosie sempre in virtù di quell’amore perverso che dicono di sentire per i bambini.. [finisci di leggere l'articolo]


Conferenza stampa di presentazione degli emendamenti al Disegno Di Legge 770 (Vaccini) in discussione in Commissione Sanità del Senato.

La Presidente Passaseo, in chiusura, precisa che il Coordinamento non aderisce ad alcuna corrente favorevole o contraria alle vaccinazioni ma si batte unicamente per la tutela del minore e per l'attuazione della Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo che vieta la discriminazione di un bambino per qualunque ragione, ivi comprese le scelte sanitarie dei genitori.




La nostra Presidente
Aurelia Passaseo
al Convegno dal titolo
"Quale Uguaglianza nei diritti umani?"
Nella SALA DELLA LUPA presso la Camera dei Deputati in Roma Montecitorio
26 novembre 2018


COMMENTO ALL' ARTICOLO APPARSO SU REPUBBLICA.IT DD. 01/04/2019 a firma Michele Bocci dal titolo “VACCINI A SCUOLA, FRONDA M5S:”NO ALL’EMENDAMENTO, L’OBBLIGO SERVE”

Il C.I.A.T.D.M. ha depositato, il 7 marzo scorso, delle proposte di emendamenti al DDL 770 in tema di vaccinazioni obbligatorie, chiedendo l'abolizione dell'obbligo, l'adozione della raccomandazione e la tutela della libera manifestazione del pensiero del mondo medico.

Obiettivo del Coordinamento non è certo ostacolare le vaccinazioni, ma tutelare i genitori quali primi depositari del bene dei figli e tutelare i bambini che non devono mai patire emarginazione, men che meno per scelte dei genitori.

Convegno Bullismo e Cyberbullismo, seminario organizzato dal Comune di Matino con il Ciatdm, la Camera Minorile di Lecce e l'Assesorato delle Politiche Sociali. Il ruolo degli insegnanti e dei genitori.
Noi cittadini italiani chiediamo alle Istituzioni, alla Politica ed alla società che ci sia più rispetto dei bambini e bambine soggetti di diritti...
Ogni bambino ha il diritto di non essere sottratto da un genitore o dall'altro siano essi di nazionalità italiana o straniera.
Ogni figlio di genitore straniero non deve essere sottratto e portato via all'estero dal genitore di altra nazionalità.
Ogni bambino ha diritto di non subire abusi, violenze e maltrattamenti all'interno ed esterno delle mura domestiche, della scuola, asili da adulti senza scrupoli.
Tutto questo e tutti i mancati diritti dei bambini e bambine sono "BAMBINICIDI e FEMMINICIDI"!
Torna ai contenuti